Quanto guadagno vendendo oro? Ecco le info!

SEMPRE PIÙ PERSONE VENDONO ORO – LE INFO SU COME OPERARE E VENDERE

Ovunque ci si guardi nelle nostre città compaiono attività commerciali caratterizzate dalla scritta Compro Oro, si tratta di attività commerciali che il modo assolutamente lecito e conforme alle normative nazionali e comunitarie vigenti, effettuano un’attività di compravendita di prodotti e metalli preziosi primo fra tutti l’oro.
È innegabile che tali attività si siano diffuse a seguito del inasprimento della crisi economica mondiale che ha condotto ad un periodo di forte recessione.
Per tale motivo molte famiglie si sono trovate prive di una fonte di reddito e vedendo scemare con il passare del tempo i propri risparmi accumulati nel corso degli anni, non hanno potuto fare altro che vendere i beni preziosi che avevano a propria disposizione: in tale sistema rientra la diffusione dei poc’anzi citati Compro Oro.
Un’ulteriore spinta alla vendita di beni aurei è stata fornita dal fatto che sui mercati internazionali l’oro ha continuato a vedere accrescere il proprio valore in quanto considerato bene rifugio per eccellenza.
Ma non solo, oltre ai più comuni Compro Oro, il metallo prezioso ha visto rafforzare gli scambi che avvengono attorno ad esso anche sui mercati finanziari internazionali e nello specifico sul mercato dei beni e metalli preziosi.

L’IMPORTANZA DI INFORMARSI SULLE QUOTAZIONI DELL’ORO

Prima di affrontare una vendita di oro è necessario che ci si informi sufficientemente sulle quotazioni che effettivamente concernono il prezioso metallo. Bisogna infatti sapere che l’oro viene pagato con un corrispettivo al grammo che fa riferimento al mercato internazionale dei metalli preziosi.
Tuttavia non basta pesare il proprio monile per avere automaticamente un corrispettivo, l’oro infatti può essere più o meno puro, ed in base a tale analisi il suo valore varia sensibilmente.
A titolo esemplificativo è possibile dire che l’oro puro è quello composto da 24 carati: in altre parole si tratta di un oggetto o di un gioiello realizzato esclusivamente con oro puro e dunque non vi è la minima presenza di altri metalli che possano influenzare o modificare il suo peso e dunque il suo valore.
Esistono poi alcuni gioielli che contengono soltanto alcune parti effettivamente composte d’oro, in tali casi si usa la regola dei millesimi: in parole povere il gioiello viene diviso in mille parti e si contano quali di esse sono effettivamente composte d’oro, ne deriva che un gioiello in oro puro sia composto da almeno 999 millesimi d’oro.
Per ottenere questi dati è possibile controllare il certificato del gioiello rilasciato al momento del suo acquisto, tuttavia accade molto spesso che tali gioielli derivino da acquisti ormai fatti da molti anni e che dunque la documentazione annessa non sia più reperibile. In tali casi è possibile certificare il valore e la purezza dell’oro a propria disposizione con l’ausilio di un orafo che certifichi la qualità del gioiello a vostra disposizione.

COME VENDERE IL PROPRIO ORO

Molte persone vogliono vendere l’oro in proprio possesso ma non hanno idea di come fare e non sanno da dove iniziare: è dunque opportuno fare un piccolo riepilogo di ciò che occorre fare per mettere in vendita un gioiello, un monile in oro e ottenere dalla sua vendita un corrispettivo che realmente rappresenti l’effettivo valore del pezzo.
Per vendere l’oro è innanzitutto necessario avere più di 18 anni si tratta di una regola che sembrerà anche ovvia ma che non sempre viene rispettata. Quando si decide di vendere un oggetto in oro ci si deve recare da un soggetto autorizzato ad effettuare scambi in oro facendolo di persona e con i documenti alla mano.
È dunque consigliabile accertarsi che il punto vendita in cui si decida di fare la transazione abbia effettivamente le necessari autorizzazioni rilasciate dalla Banca d’Italia: affidarsi a soggetti seri significa evitare possibili truffe sia relativamente alla valutazione dell’oggetto che relativamente al peso dello stesso.

COME SCEGLIERE UN BUON COMPRO ORO

La diffusione dei compro oro ha inevitabilmente portato con se effetti collaterali come ad esempio la diffusione di agenzie e negozi poco seri e scarsamente professionali che non di rado hanno truffato le persone che si rivolgevano ad essi.
La Banca d’Italia attraverso un elenco presente sul sito internet dell’istituzione stessa mette a disposizione dei cittadini la ragione sociale e le indicazioni dei compro oro registrati presso di essa e che dunque garantiscono affidabilità nelle transazioni.
l Compro Oro affidabili sono inoltre soliti rilasciare sempre la copia dell’operazione di compravendita: tale documento è previsto come obbligatorio dalla legge e dunque è possibile pretenderlo al termine di una contrattazione.
Insomma vendere oro può effettivamente permettere di far entrare denaro nelle casse di molte famiglie italiane, si tratta però di un’operazione che non è esente da rischi, specialmente in relazione al fatto che nell’ambiente dei compro oro sono state rilevate infiltrazioni da parte di organizzazioni dedite al reciclaggio di denaro.
Onde evitare pericoli è possibile affidarsi a Compro Oro certificati dalla Banca d’Italia che garantiscono in ogni momento la qualità del servizio e la serietà nelle operazioni che vengono effettuate presso di essi.

Add a Comment