Pil Italiano a +1,4% nel 2017: aumento rispetto al 2016

Pil Italiano al +1,4% nell’ultimo trimestre del 2017. I dati approssimativi giungono proprio dall’Istat. Se venissero confermati (dettagli certi solo per il prossimo marzo) potrebbe voler dire una piccola ripresa per l’Italia. Il record è stato segnato nel 2008 con il 5,7%

Giunge proprio dall’Istat la prima stima sulla crescita dell’economia italiana che segna il Pil (Prodotto interno lordo) al +1.4%. I dati statistici sono basati sulle quote approssimative e grezze dell’ultimo trimestre del 2017. Sebbene si attende ancora conferma, la risalita italiana era già stata ipotizzata sia dall’Istat che dal Governo, che prevedevano una crescita pari al +1,5%. Se questo si rivelasse ufficiale, il dato arriverebbe a puntare un nuovo record nella crescita del Prodotto interno lordo italiano e nella sua economia.

http://content.etoro.com/lp/affiliates/new_platform/?dl=30001847&culture=it-it

Fu proprio 7 anni fa che il Pil segnò il +1,7% nel 2010. Sebbene la particolare e lenta ripresa, si parla comunque di un valore ancora troppo basso rispetto ai 5,7% del primo trimestre del 2008. La quota risulterebbe debole anche rispetto al resto d’Europa che nel 2017, in base ai dati Eurostat, la crescita del Pil in Europa e nella Ue è stata pari ad un valore del 2,5%, un’accelerazione rispetto al 2016, quando il Pil era aumentato sol di 1,8% nella zona euro e nella Ue del 1,9%.

Aumento registrato anche sul 2016
Inoltre dei dati Istat si hanno solo le quote del quarto trimestre del 2017, in cui il Pil (per gli effetti di calendario e destagionalizzato), sarebbe aumentato dello 0,3% rispetto al penultimo trimestre, ma anche di 1,6% nei confronti del quarto trimestre del 2016. Nello stesso periodo, il Pil è aumentato congiuntamente dello 0,6% sia negli Stati Uniti sia in Francia e dello 0,5% nel Regno Unito.

Tuttavia, già nel 2018, l’Italia si ricollega alla fine del 2017: la variazione del Pil e la sua prossima crescita dei quattro trimestri sarebbe pari all’ 0,5%. Per quanto riguarda il lato della domanda, vi è un contributo positivo sia da parte della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia per quello che concerne la componente estera netta.

I dati italiani riguardo al Pil dell’ultimo trimestre del 2017, saranno forniti con certezza solo il primo marzo. In aprile ci sarà poi la comunicazione a Eurostat che calcolerà il parametro europeo.

Add a Comment